DIFESE IMMUNITARIE

DIFESE IMMUNITARIE – Il sistema immunitario rappresenta per il nostro organismo un vero e proprio apparato difensivo, indispensabile per la protezione dalle sostanze estranee nocive (antigeni). Gli antigeni sono di solito microorganismi quali batteri, funghi, protozoi e virus.
Il sistema immunitario è costituito da un complesso insieme di cellule e organi altamente specializzati che cooperano, ciascuno con un ruolo ben determinato, alla difesa dell’organismo dalle infezioni. Le cellule immunitarie più importanti sono i linfociti.
Esistono due classi particolari di linfociti: i linfociti B, che si sviluppano nel midollo osseo, e i linfociti T, che maturano nel timo, un organo situato nel torace dietro lo sterno. I linfociti B sono deputati alla produzione degli anticorpi, molecole proteiche che circolano nel sangue e che sono in grado di riconoscere sostanze estranee, e quindi di legarsi ad esse “marcandole” per la successiva distruzione da parte di altre cellule del sistema immunitario. I linfociti T sono invece in grado di attaccare e distruggere le cellule che riconoscono come estranee.
I principali organi immunitari sono i linfonodi e i vasi linfatici, che costituiscono un particolare sistema circolatorio che trasporta la linfa, un fluido trasparente che contiene i linfociti e che va a confluire nel sangue. I linfonodi costituiscono delle “stazioni” all’interno della circolazione linfatica, dove le cellule del sistema immunitario possono riprodursi per contrastare uno specifico agente estraneo. La milza, localizzata nella parte superiore sinistra dell’addome, costituisce un altro punto di raccolta, dove le cellule linfatiche trasportano gli organismi estranei che sono stati convogliati dal sistema linfatico. Anche le tonsille, le adenoidi e l’appendice sono formate da tessuto linfatico. Una caratteristica fondamentale del sistema immunitario è la capacità di distinguere tra le sostanze che non costituiscono un pericolo, e che dunque possono o devono essere preservate, e quelle che invece si dimostrano nocive per l’organismo e che devono quindi essere eliminate. Per difenderci da agenti patologici ed infezioni è quindi necessario che il sistema immunitario sia in buono stato.

Difese immunitarie basse: come rinforzarle?
Cercare di rinforzare le difese immunitarie è essenziale per fare in modo che tutto il sistema immunitario lavori in armonia ed in equilibrio, proteggendo in modo efficace l’organismo.
Per aumentare le difese immunitarie la prima cosa da fare è seguire uno stile di vita sano ed equilibrato, migliorando gli aspetti legati all’alimentazione, all’attività fisica, al riposo notturno.
Un’alimentazione sana aiuta a migliorare le funzionalità dell’intero sistema immunitario, rafforzando le difese immunitarie. Una dieta sana, dovrebbe essere composta da cibi come fruttafrutta seccaverduracereali integraliyogurt, in associazione a prebiotici e probiotici.  In generale, è essenziale apportare adeguatamente elementi come la vitamina E (contenuta ad esempio nella frutta secca) che aiuta a migliorare la risposta immunitaria in casi di attacchi virali; la vitamina C (contenuta negli agrumi e nei kiwi) che contrasta i radicali liberi e rappresenta un valido aiuto contro i cambi di stagione. Infine sarebbe opportuno eliminare gli alimenti grassi e pesanti.
Un altro fattore che potenzia le difese immunitarie è l’attività fisica. Numerosi studi scientifici hanno evidenziato come un’adeguata attività motoria migliori il funzionamento di alcuni componenti dei globuli bianchi, i neutrofili.
Associando un’alimentazione sana ed un’adeguata attività fisica, sarà più semplice raggiungere un peso corporeo equilibrato e questo è un altro fattore che incide sul rafforzamento delle difese immunitarie.
Un altro elemento che comporta un potenziamento del sistema immunitario è quello di limitare l’assunzione di alcolici e il fumo, poiché indeboliscono le difese immunitarie.
Infine, anche il riposo notturno incide sul buon funzionamento delle difese immunitarie. Durante il sonno infatti l’organismo rielabora le proteine che vengono introdotte con l’alimentazione, utili per contrastare i potenziali agenti patogeni. Un riposo notturno inadeguato o insufficiente, determinerà un difetto nella rielaborazione delle proteine, rendendo il corpo più vulnerabile.
Qualora l’alimentazione, l’attività fisica, il riposo notturno e tutti gli altri fattori considerati, non producano alcun risultato in termini di rafforzamento delle difese immunitarie, potrebbero essere dei validi aiuti gli integratori alimentari e alcuni rimedi naturali, come:

  • Vitamina B: gli integratori e gli alimenti a base di vitamina B sono in grado di migliorare le funzionalità del sistema nervoso (vitamina B1), supportano le difese immunitarie apportando energia all’organismo (vitamina B2, B5), facilitano l’elaborazione delle proteine e il processo di sintesi degli amminoacidi (vitamina B6, B9);
  • Echinacea: favorisce le difese immunitarie grazie alle sue funzioni immunostimolanti e antivirali;
  • Vitamina C, B6, B12: favoriscono le azioni immunostimolanti e migliorano il metabolismo energetico, inoltre rinforzano lo scudo protettivo del sistema immunitario;
  • Acido folico: combatte la sensazione di stanchezza e la debolezza.

1–16 di 176 risultati