PRODOTTI IN EVIDENZA
075.691146 - ore 8.00/24.00 - 7/7
info@farmaciabolli1833.it
Farmacia Bolli Shop

RAFFREDDORE

Il raffreddore è una delle malattie più comuni a livello mondiale.

Si tratta di una patologia di origine virale che provoca l’infiammazione della mucosa nasale e faringea (gola).

Altamente contagioso, il raffreddore può essere trasmesso sia da malati che da portatori sani.

La forma più comune di contagio è quella diretta: starnutitosse e goccioline di saliva permettono il passaggio diretto dei virus da un organismo all’altro.

Anche il dialogo può diventare causa di trasmissione diretta in quanto durante il colloquio possono essere espulse, involontariamente, piccole gocce di liquido salivare.

I sintomi del raffreddore sono piuttosto comuni: naso chiuso e gocciolante, congestione nasale, gola irritata talvolta associata a febbre, tosse, emicrania, raucedine, infiammazione dei linfonodi nel collo e dolori muscolari.

La completa guarigione dal raffreddore avviene normalmente nel giro di 5-10 giorni, ma in alcuni casi può richiedere tempi più lunghi.

Nel caso i sintomi persistano per più di due settimane senza attenuarsi è bene considerare l’eventuale presenza di altri problemi come sinusiti o allergie.

Spray e nebulizzatori possono risolvere temporaneamente la spiacevole sensazione di naso tappato ma è bene non eccedere con il loro uso.

Fumi e aerosol per la liberazione delle vie aeree, caramelle balsamiche e la frequente pulizia del naso possono eliminare almeno in parte il muco infetto, scongiurando il rischio di infezioni batteriche e accelerando la guarigione.

Quando il raffreddore è accompagnato da febbre è possibile assumere farmaci specifici per velocizzarne la guarigione. Il paracetamolo è il farmaco d’eccellenza (es. Tachipirina, Efferalgan, etc. ) utile per abbassare la febbre .

Gli antibiotici non devono essere usati per trattare un comune raffreddore. Non aiutano e possono rivelarsi addirittura dannosi (anche in presenza di catarro e muco giallognolo).

Fortunatamente gravi complicazioni sono piuttosto rare e colpiscono per lo più orecchio, trachea e bronchi.

Raramente il raffreddore comporta eccessivi incrementi della temperatura corporea (oltre 38° C), in questi casi è logico sospettare una forma influenzale.

1–16 di 222 risultati